Dolci giapponesi che ti capiterà di assaggiare in Giappone

I dolci giapponesi sono abbastanza diversi da quelli che troviamo in occidente, perché presentano quasi sempre un sapore molto dolce e molto spesso – ma non in tutti i casi – esaltato da un ripieno di fagioli rossi azuki (anko).

Tuttavia, vale la pena assaggiarne qualcuno, soprattutto se si bazzica per il Giappone, per entrare appieno nella cultura nipponica.

DORAYAKI

dorayakiIn Italia, i dolci giapponesi più conosciuti sono di certo i dorayaki, famosi per essere il piatto preferito di Doraemon, un gatto robot azzurro, protagonista di un famoso manga e poi anime giapponese, arrivato anche sui nostri schermi. Non a caso il suo nome Doraemon ricorda questo dolcetto…

I dorayaki sono essenzialmente dei pancake ripieni di una salsa di fagioli rossi, dolci, ma in alcuni luoghi del giappone, quelli più turistici, come nel famoso quartiere di Akihabara a Tokyo, si possono trovare anche ripieni di cioccolato oppure crema di castagne: più appetibili per un palato abituato ai gusti occidentali. Inoltre, sono sempre reperibili nei piccoli supermercati.

MOMIJI MANJU

momiji manju

Molto simili ai Dorayaki, ci sono anche i Momiji Manju, che vi capiterà di assaggiare se siete in giro per la prefettura di Hiroshima e soprattutto se decidete di visitare l’isola di Miyajima. Questi dolcetti sono caratterizzati da un pan di spagna soffice e da un ripieno immancabilmente di fagioli rossi aromatizzati.

Sull’isola si trovano proprio piccole realtà che si dedicano alla produzione di questo dolcetto sotto gli occhi dei turisti che li acquisteranno. La loro caratteristica, oltre al sapore, è la forma a foglia d’acero che vi permetterà di riconoscerli immediatamente.

TAIYAKI

taiyaki

Incontrerete questi particolari dolci giapponesi, a forma di pesciolino, un po’ ovunque: vi sto parlando dei Taiyaki, dolci di pan di spagna acquistabili presso diversi chioschi on street. Questa foto è stata scattata a Akihabara, il quartiere di Tokyo dedicato ai manga e ai videogame.

Il ripieno come si può immaginare è di fagioli rossi dolci, ma per i turisti legati troppo ai gusti occidentali, è disponibile anche la versione al cioccolato.

Questi dolcetti solitamente vengono preparati sul momento e questo fa sì che possiate gustarli caldi, appena sfornati.

CREPES

crepesOkay che le crepes si acquistano un po’ ovunque e sono una ricetta tipicamente francese, ma in Giappone le crepes sono davvero speciali: belle da vedere e buone da gustare.

Molto apprezzato sia come bevanda, sia nella sua declinazione dolciaria (sotto forma di gelato, di torta e di cupcakes) è il the verde matcha, l’ingrediente numero uno che viene utilizzato anche come ingrediente per le crepes: non solo per definirne il loro ripieno…

Questo dà a questi dolcetti una colorazione sul verde… tuttavia le crepes in Giappone si trovano in tutti i gusti inimmaginabili. Non penso riuscirete a provarle tutte.
Questa foto è stata scattata all’uscita di un chiosco di Kyoto.

MELONPAN

melonpan

La caratteristica principale del melonpan è la glassa di zucchero che lo ricopre, che lo rende davvero goloso e croccante all’esterno.

Il suo sapore, ma anche l’odore che sprigiona non appena sfornato, forse ricorda più degli altri dolci giapponesi, che ho elencato, i nostri gusti occidentali, avvicinandosi molto ad una brioche con glassa.

La forma tipica è quella di una “pagnotta tartaruga”, che troviamo da noi in panetteria… Tuttavia, il melonpan è giapponese e quello che vedete in foto è stato acquistato a Tokyo, nel quartiere di Asakusa.

WAGASHI

wagashiSono un’infinità, dal sapore molto dolce, proprio per accompagnare il gusto del the matcha e vengono offerti anche durante la cerimonia del the tradizionale, che si svolge seduti su un tatami.

Questi dolcetti possono definirsi sotto il termine giapponese wagashi. In questo caso la consistenza del dolcetto (foto) era gelatinosa e immersa in una copertura di zucchero: un po’ come quella di una caramella. Solitamente si viene forniti di una specie di mini-bacchetta, per tagliarlo e poi gustarlo.

DANGO

dangoUn dolce giapponese – lontanissimo dai gusti occidentali – è sicuramente il dango, un altro dolce giapponese abbinabile al the matcha (wagashi).

Questo dolce è davvero particolare: ha una consistenza gelatinosa, è fatto di riso e solitamente è ricoperto da una vera e propria salsa di soia e zucchero. Si riconosce perché ha la forma di uno spiedino.

Il dolcetto in foto è stato acquistato a Kamakura, dove è molto apprezzato. Tuttavia, questo dolce è molto popolare.

A me non è piaciuto particolarmente… ma questioni di gusti.

 

ZUCCHERO FILATO

zucchero filatoPer concludere in bellezza e in modo colorato, be’ non poteva mancare, in questa lista di dolci che si possono assaporare in Giappone, lo zucchero filato…

non caratteristico per il gusto, perché zucchero è e zucchero rimane, ma invece per le sue forme e le sue dimensioni! Quello che è vi mostro in foto è stato fotografato a Shibuya, un quartiere dello shopping!

Buon kawaii tour in Giappone! Matanè!

 

Foto: copyright Kawaiiday.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *